Il Notaio


Il termine notaio, di derivazione medioevale, viene dalla parola latina “notare” ossia “annotare, prender nota”. Il notaio è un pubblico ufficiale a cui viene affidata la funzione di garantire la validità dei contratti e, più in generale, dei negozi giuridici, attribuendo pubblica fede agli atti e sottoscrizioni apposte alla sua presenza. Sicuramente è una delle mansioni più prestigiose. Ma quali sono i compiti di un notaio?

  • Innanzitutto ha il compito di ricevere atti tra i vivi (ovvero vendite, mutui, divisioni, permute);
  • Creare il testamento di successione, quindi raccogliere le ultime volontà;

La parola di un notaio è una prova inconfutabile e non può essere contestata. Difficilmente infatti davanti a un giudice avvengono discussioni in presenza della voce di un notaio. Come disse il famoso giurista Francesco Carnelutti: “Tanto più notaio, tanto meno giudice”, in quanto più un notaio fa bene il suo lavoro e meno bisognerà ricorrere ai giudici.

Il numero di notai viene fissato dalla legge. E’, perciò, una professione “a numero chiuso”, in relazione all’ammontare della popolazione, stabilito ogni dieci anni sulla base dei censimenti.

Il numero e le sedi degli studi notarili viene determinato dal Ministro della Giustizia, in base alla popolazione. Mediamente vi è un notaio ogni 7.000 abitanti circa, a seconda della quantità degli affari e all’estensione del territorio. Un notaio non può né rifiutarsi di prestarsi a un incarico, né prestare il proprio servizio al di fuori del suo territorio di competenza.

Ilmiostudio.eu, insieme ai suoi notai, è a vostra completa disposizione per consulti e informazioni.

 

Notaio

Richiedi informazioni


Con l'invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati unicamente per la richiesta in oggetto. Consenso esplicito secondo il D.Lgs 196/2003.
Leggi l'informativa sulla Privacy