Legge 104/1992 e accompagno


La legge 104/1992 regola permessi, agevolazioni, detrazioni per i disabili e i rispettivi famigliari. Diversamente da altre indennità, quella di accompagnamento è indipendente dall’età e dalla condizioni reddituali della persona. Per essere beneficiario della suddetta legge è indispensabile possedere un handicap grave come minorazione fisiche, psichiche o sensoriali, in situazioni stabilizzate oppure progressive, che siano causa di difficoltà di apprendimento e di integrazione.

Per accedere ai contributi e agevolazioni contenute nella legge 104/1992 deve essere riconosciuto lo stato di disabilità. A seguito dell’ottenimento del certificato medico dal proprio medico curante, per chiederne il riconoscimento è necessario recapitare l’istanza di accertamento dei requisiti sanitari.

Tra le agevolazioni fiscali riconosciute ci sono le spese per l’assistenza sanitaria, le dotazioni e gli ausili scaricabili con la dichiarazione dei redditi, detrazioni per famigliari a carico, il congedo per assistenza ai minori con disabilità, spese per assistenza domestica.

L’indennità di accompagnamento viene concessa quando, a causa di una minorazione psichica o fisica, l’invalido è incapace di deambulare o svolgere gesti quotidiani senza l’ausilio permanente di un accompagnatore che lo assista in modo continuativo.

Hanno diritto all’indennità di accompagnamento gli invalidi civili che hanno ottenuto il riconoscimento di una invalidità totale e permanente del 100% o per cui vale una delle seguenti motivazioni:

  • Si trovino nella impossibilità di deambulare senza l’aiuto permanente di un accompagnatore; oppure si trovino nella impossibilità di compiere gli atti quotidiani della vita con la conseguente necessità di un’assistenza continua;
  • Siano cittadini italiani o cittadini UE residenti in Italia, o siano cittadini extracomunitari in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;
  • Siano residenti in Italia;
  • Non siano ricoverati in strutture sanitarie con retta a carico dello Stato o di altro ente pubblico o ricoverati in reparti di lungodegenza o riabilitativi;

Per una consulenza o assistenza in materia successoria contatta ilmiostudio.eu, chiamaci oppure inviaci una email, saremo lieti di aiutarti.

legge 104

Richiedi informazioni


Con l'invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati unicamente per la richiesta in oggetto. Consenso esplicito secondo il D.Lgs 196/2003.
Leggi l'informativa sulla Privacy