L’Architetto – Il Geometra


Vediamo insieme quali sono le differenze tra due dei lavori più famosi dell’edilizia: l’architetto e il geometra.

L’ARCHITETTO

La figura dell’architetto è una delle più antiche. Fin dall’antica Grecia infatti gli architetti hanno avuto un ruolo di fondamentale importanza. È grazie alla loro inventiva, fantasia e ingegno che oggi possiamo ammirare i numerosi monumenti ed edifici che caratterizzano le nostre città.

L’architetto è la figura professionale esperta della progettazione urbanistica, edilizia e architettonica, del restauro dei monumenti, della progettazione del paesaggio, dell’allestimento, dell’estimo immobiliare e del disegno.

Molto più semplicemente l’architetto è il professionista che elabora progetti per la costruzione o il restauro degli edifici. Innanzitutto per diventare architetto bisogna fare un corso di Laurea magistrale in Architettura o Ingegneria Edile/Architettura o laurea triennale e successiva specialistica delle durata di ulteriori due anni, oppure Laurea triennale in Gestione del Processo Edilizio oppure Scienze dell’Architettura o altri corsi di laurea delle classi 4 e 8. Questi studi sono obbligatori per chi desidera diventare architetto in quanto è stata emanata una Direttiva dell’Unione Europea, la 384/85, che definisce i requisiti minimi dei soggetti abilitati alla progettazione di qualunque trasformazione ambientale.

Proprio come un pittore che disegna sulla tela il frutto della sua immaginazione, così l’architetto pensa a come voglia che la costruzione appaia, ovvero pensa alle stanze, alle pareti, alla disposizione delle camere, alla facciata, agli spazi aperti e molto altro. Il progetto di un architetto però non sarà solo costituito da estetica, infatti egli dovrà adattare tutto alla sua funzione e alla sicurezza, in quanto tutto viene fatto secondo specifici parametri matematici e fisici.

IL GEOMETRA

La parola geometra deriva dalla parola “geometria” che è la composizione di due parole greche “ge” e “metron”, rispettivamente, “terra” e “misura”. Nonostante anche questa figura è presente sin dall’antichità, la sua professione in Italia fu istituita dal Regio Decreto dell’11 febbraio 1929 che abilita il geometra all’espletamento di molteplici competenze tecniche: progettazione e direzione dei lavori di edifici comuni, la misura dei terreni e la stima di beni mobili ed immobili. Fondamentalmente il geometra riveste diversi ruoli: dirige i lavori in cantiere, stima terreni, fabbricati, danni, effettua rilievi topografici, crea piantine catastali, planimetrie e molto altro. Durante gli studi un geometra apprende diverse competenze riguardo i collaudi e calcoli di edifici pubblici, rurali o industriali, compresi i progetti elettrici, fognari e idraulici.

Un geometra può sia aprirsi un proprio studio, associarsi ad altri studi oppure lavorare per conto terzi.

Il nostro studio è a vostra completa disposizione per conoscere qualcosa in più su queste due professioni, inoltre ilmiostudio.eu fornisce consulenza da parte dei suoi architetti e geometri.

Contattaci per saperne di più.

 

architetto e geometra

Richiedi informazioni


Con l'invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati unicamente per la richiesta in oggetto. Consenso esplicito secondo il D.Lgs 196/2003.
Leggi l'informativa sulla Privacy